Solo le vanitose si fanno fotografare in intimo

Al momento stai visualizzando Solo le vanitose si fanno fotografare in intimo

È il primo pensiero e la prima obiezione che mi trovo spesso a sfatare.
Quando racconto che faccio ritratto boudoir, la prima domanda che mi pongono è:

“Cos’è il ritratto boudoir?”

Passo così alla mia prima risposta: il ritratto boudoir è il ritratto in intimo e femminile di donna, in un luogo come la camera da letto o una a lei familiare.
A questo punto si alza in automatico il primo sopracciglio, lo sguardo cambia e nella mente si forma l’immagine di una donna svestita sul letto, esibizionista e vanitosa…
Giunge la seconda domanda, con quel tono che rivela il pensiero che si nasconde tra le sopracciglia:

“Ma chi si fa fotografare con un ritratto boudoir?”

Questa domanda mi permette di raccontare il mio lavoro, la gioia che provo nel dare a ogni donna la possibilità di riconnettersi con la propria femminilità, riscoprirsi sensuale e bella, ma soprattutto vedersi per la prima volta con un occhio esterno.

E quindi: chi si fa fotografare nel ritratto boudoir?

Chi arriva a richiedere un servizio fotografico di ritratto boudoir è una donna che sta facendo un percorso interiore personale. Ad esempio:

  • Donne che dopo un divorzio non semplice stanno rifiorendo e decidono di auto-premiarsi, di celebrare il loro ritrovare se stessa, per ripartire con una marcia in più.
  • Mamme che dopo aver dato tutte se stesse al nuovo nascituro hanno bisogno di ricollegarsi al loro corpo, per riscoprirsi e rivedersi non solo come madri, ma anche come donne.
  • Sono donne che stanno facendo un percorso personale, magari per uscire dalla loro timidezza, dai loro conflitti interiori, dalla loro battaglia con il peso, e che si mettono alla prova davanti ad un obiettivo.

Tutte loro sono accumunate non da una voglia di apparire e mostrarsi, ma dalla ricerca di autostima, fiducia in se stesse e della scoperta del loro valore, attraverso il coraggio di sapersi mettere “a nudo” emotivamente e mentalmente.

Pertanto cosa fotografo quando mi dedico al ritratto boudoir?

Ritraggo il vero volto della donna che viene da me, quello che si nasconde dietro a vestiti e trucco, portando alla luce la sua forza e il suo valore, mostrando la verità che lei ogni giorno (forse inconsapevolmente) si nega allo specchio.


Prenota il tuo servizio di Ritratto Boudoir per:

  • Avere un appuntamento di consulenza di circa un’ora per poter fare tutte le domande (su cosa consiste il servizio fotografico o altre curiosità).
  • Effettuare un’intervista per individuare le tue esigenze personali e progettare il servizio di Ritratto Boudoir completamente personalizzato.
  • Ricevere una proposta personalizzata con più soluzioni, così da poter scegliere quella più adatta al tuo sogno di riscoperta della tua persona.
  • Trovare una professionista che ti possa guidare in questa esperienza unica e personale, evitando di spendere soldi con fotografi poco esperti e in foto poco soddisfacenti.
  • Intraprendere un percorso di fotografia terapeutica per consolidare il cambiamento profondo da crisalide a farfalla.

Compila il form per un primo contatto conoscitivo

    Nome e Cognome

    E-mail

    Telefono

    Messaggio

    Autorizzo il trattamento dei mie dati per ricevere una risposta. Qui trovi l'informativa sulla privacy.

    Sharon Sala

    Posso aiutarti ad avere finalmente un immagine che ti corrisponde, attuale, unica, di buona qualità e che sappia trasmettere i tuoi il tuo messaggio. L'obiettivo? Avvicinare il tuo potenziale cliente e renderti ai suoi occhi autorevole e la miglior scelta sul mercato.