Come scegliere il fotografo giusto per le tue foto

Come scegliere il fotografo giusto per le tue foto!

So bene che questa affermazione ti può suonare strana, perché di solito una persona si aspetta che un fotografo scatta tutti i generi di foto. Invece non è così, come tantissime professioni richiede una specializzazione per poter dare il meglio dal punto di vista tecnico, professionale, comunicativo e di problem solving.

Facciamo un esempio pratico: sei un libero professionista vuole delle immagini che sappiano comunicare chi sei, come lavori e i tuoi valori professionali. Ti viene in mente di chiamare il tuo amico fotografo che fa matrimoni.

Ti pongo una domanda: pensi che sia l’esperto giusto per le immagini che vorresti realizzare?

Pur essendo un fotografo bravissimo nel realizzare belle immagini di matrimonio, che sappia cogliere i momenti più emozionanti ed emotivi, ha nel suo portfolio lavori orientati alla comunicazione B2C o B2B? Pensi che conosca bene anche gli aspetti comunicativi, marketing, social, di personal branding ecc. per realizzare l’immagine migliore di te dal punto di vista professionale?

Insomma, se hai un problema alla pelle, vai dal medico o dal dermatologo?
Penso di aver chiarito il punto che per ogni lavoro cerchiamo lo specialista in quel determinato campo.

Ogni fotografo si specializza in un genere fotografico, o in generi simili e complementari, ma mai opposti o diversi, sul perché è molto semplice, come in tutte le specializzazioni c’è:

  • la giusta attrezzatura da avere,
  • le conoscenze del mercato e delle problematiche di quel settore,
  • le competenze tecniche e specifiche del settore,
  • la gestione del cliente (che varia tra privato, libero professionista e azienda),
  • la comunicazione,
  • la prontezza a saper rispondere e risolvere a un problema,
  • l’offerta.

Potrei continuare con la lista, ma credo che basti per far comprendere che possono essere tante le differenze tra fotografo e fotografo.

Come orientarsi e scegliere il fotografo giusto?

Partiamo dal primo elemento più semplice, cerchiamo il professionista specializzato nel settore che ci interessa.

  • Devo sposarmi, cercherò un fotografo di matrimoni.
  • Sono un’azienda e sto organizzando un evento, cercherò un fotografo che si occupa di eventi aziendali.
  • Sono un albergo e desidero delle immagini delle camere e della struttura, punto su un fotografo di interni.
  • Sono incinta e voglio delle immagini di ricordo, cerco un fotografo che si occupa di gravidanza e new born.
  • Sono un libero professionista o un imprenditore che vuole delle immagini che sappiano comunicare chi sono e cosa faccio, cerchi ovviamente me 🙂

Una volta individuato uno o più fotografi specializzati nel ramo di interesse, cerchiamo di capire da quanto tempo lavora. Di solito gli anni di esperienze e i numeri di lavori fatti ci rassicura che avrà affrontato tutte le casistiche e le problematiche del settore e che saprà proporci delle soluzioni. L’esperienza ci rassicura che stiamo parlando con un professionista e non con il primo “fotografo” che dopo un corso si è lanciato convinto che basta avere una reflex figa (passatemi il termine).
Non avere timore di fare domande, chiedi da quanti anni lavora, quanti lavori ha fatto e quali, le persone amano parlare e potrai capire anche se il fotografo che hai davanti è quello giusto per te.

Dai un occhio al portfolio, ti deve piacere il suo stile, tieni conto che oltre ad essere un competente professionista ha anche un lato artistico, che se lasciamo lavorare ti permette di avere delle immagini meravigliose. Però non fermarti alle apparenze, spesso online vengono pubblicati solo alcuni lavori e non tutti. Probabilmente al primo incontro il fotografo sarà in grado di mostrarti un portfolio più ampio di lavori, ma anche di competenze, per il settore in cui opera.

Ti vuole incontrare o meno?

Ti parlo chiaro e in maniera diretta, non chiedete ad un professionista un preventivo via mail.
La fotografia non si vende un tot al chilo e ogni lavoro richiede di essere cucito su misura.
Chiedi un appuntamento di persona o se non è possibile una video chiamata Skype, in questa occasione avrai modo di valutare professionalità, competenze e, come dicevo sopra, se nasce anche quella giusta sinergia caratteriale che vi permetterà di lavorare bene assieme.
Diffida da chi non ti propone un primo appuntamento conoscitivo, ma gestisce tutto via mail arrivando direttamente alla sessione fotografica, senza prima averti seguito in maniera adeguata.

Un buon professionista dopo averti ascoltato saprà proporti una o più soluzioni, scegliendo tra quelle più adatte alle tue esigenze. Non ti sottoporrà tutto il suo catalogo, come un menù da 100 portate buttandoti nella confusione di non saper cosa prendere, ma ti proporrà un menù a 5 stelle contenente solo le portate più gustose e raffinate, in modo che potrai scegliere chiaramente cosa ti fa sognare di più.

E’ nato il feeling?

Non sottovalutare questo aspetto, io per prima dico chiaramente al mio potenziale cliente che deve scegliermi non solo per gli aspetti professionali, ma anche per gli aspetti umani. Non c’è cosa peggiore di lavorare con qualcuno a cui non siamo simpatici o non è nato quel giusto rapporto di fiducia. Sono la prima a rifiutare un lavoro se mi rendo conto che ci saranno momenti di sfiducia o di tensione per incomprensioni caratteriali. Siamo persone e incide tantissimo il lato umano nel lavoro, non solo quello professionale.

Ricapitolando

  • Trova il professionista specializzato per il tipo di immagini che vuoi realizzare.
  • Conoscilo di persona.
  • Informati sulla sua esperienza professionale.
  • Guarda il suo portfolio per valutare il suo stile.
  • Domandati se è la persona giusta per te.

Spero di averti dato qualche spunto di riflessione e di valutazione sul fotografo giusto per le tue foto e ti ricordo che se hai qualche domanda non avere il timore di porla.

2018-05-11T13:08:13+00:00